La nuova frontiera dell’Hi-Tech con la creazione degli oggetti più disparati

Avete mai pensato di creare un oggetto senza dover pensare a come assemblarlo? Crearlo così come vi viene in mente? Se si, la risposta si chiama stampante 3D. È in grado di realizzare qualsiasi modello tridimensionale partendo da un oggetto disegnato al computer. Questa tecnologia esiste da diversi anni, ma solo ultimamente si sta divulgando nel mercato con prodotti di dimensioni ridotte e a prezzi accessibili.

 

La procedura di stampa è realizzata tramite il posizionamento del materiale (tipicamente termoplastico) in uno strato sopra l’altro. È un po’ come quando si realizzavano le strutture in LEGO, dove iniziavamo a costruire il pezzo partendo dal basso e proseguendo verso l’alto.

La potenzialità di questa tecnologia non ha confini. Si può realizzare qualsiasi oggetto, basta avere un po’ di fantasia. Oggi la stampante 3D viene utilizzata per creare prototipi, pezzi per realizzare altri macchinari, protesi, gadget, vestiti, edifici, etc. È molto probabile che nei prossimi anni diventerà il nuovo elettrodomestico della casa, e specialmente in cucina dove potremmo dare fantasia nella creazione di dolci.

La divulgazione di questa tecnologia ha portato alla nascita di diversi siti web che consentono la condivisione di modelli 3D da dare in pasto alla nostra stampante 3D. Come accade spesso, l’accesso al grande pubblico di tecnologie di questo tipo può essere pericolosa. Infatti, l’anno scorso la Defence Distributed, un sito di condivisione di modelli per la stampante 3D, ha pubblicato un file in grado di creare una pistola interamente in plastica, la Liberator. Ma non si sono fermati qui. Oggi possono essere scaricati anche file in grado di creare fucili come M4. Il Dipartimeto del USA ha provato a mettere un freno, ma è praticamente impossibile fermare una tecnologia come internet.

A volte l’evoluzione tecnologica può essere pericolosa, ma basta avere intelligenza e tutto sarà a favore dell’uomo.

e-max.it: your social media marketing partner

Tecnologia

Una torcia alimentata dal calore di un dito

Una torcia alimentata dal calore di un dito

  Il calore di un vostro dito sulla mini torcia viene convertito in corrente elettrica che alimenterà e accenderà il Led per l'illuminazione  Il calore del corpo è la fonte primaria di funzionamento. L'inventore Ross Zhuravskiy di New York voleva utilizzare fonti d’energia che non inquinassero il nostro pianeta, ha così progettato e costruito LUMEN : la prima torcia portatile in grado di illumin...

21-10-2015

Leggi tutto
Illuminazione a LED per un Natale più sostenibile

Illuminazione a LED per un Natale più sostenibile

Fino al 40% di risparmio in bolletta con un occhio di riguardo all’ambiente Il Natale non è lo stesso senza i tradizionali addobbi lungo le strade della città. Luci, fiocchi di neve, pupazzi e alberi di Natale decorano vie e piazze, senza contare i mercati di Natale, che ci fanno tornare bambini. Tutto questo non potrebbe accadere senza le luci colorate, che vengono ampiamente installate nelle ...

25-12-2014

Leggi tutto
Tatuaggi elettronici: belli e utili

Tatuaggi elettronici: belli e utili

Si chiamano e-tattoo e servono per monitorare i parametri vitali. Inoltre, sfruttando l’acido lattico prodotto dalla sudorazione, possono generare elettricità per ricaricare i nostri cellulari. Il primo essere umano tatuato di cui si abbia conoscenze è la mummia Ötzi, risalente al 3300 a.C. Sul suo corpo sono stati trovati più di 50 tatuaggi, si presume che essi avessero una funzione di tipo cu...

31-10-2014

Leggi tutto
Fantasia e stampante: si divulga la creazione di oggetti 3D

Fantasia e stampante: si divulga la creazione di oggetti 3D

La nuova frontiera dell’Hi-Tech con la creazione degli oggetti più disparati Avete mai pensato di creare un oggetto senza dover pensare a come assemblarlo? Crearlo così come vi viene in mente? Se si, la risposta si chiama stampante 3D. È in grado di realizzare qualsiasi modello tridimensionale partendo da un oggetto disegnato al computer. Questa tecnologia esiste da diversi anni, ma solo ultima...

11-06-2014

Leggi tutto