FDN - (di Lucilla De Martinis) - Coordinatore Pedagogico di facebook.com/animazionipedagogiche/
cell. 339 251 84 42)

- In questi tempi di emergenza i bambini costituiscono, una categoria psicologicamente a rischio. Infatti, adattabili e resilienti per loro natura, in qualche modo se la cavano e la loro situazione è molto meno evidente di quella degli adolescenti che in questo periodo, in mancanza di un gruppo identificativo, trascorrono parecchio tempo sul web.

Tuttavia i bambini, rispetto ai ragazzi, dispongono di una capacità molto inferiore di elaborare cognitivamente le informazioni che arrivano dall’esterno e sono molto più empatici e ricettivi alle paure dell’adulto che li accudisce.

È per tanto possibile che un piccolino di quattro o cinque anni si trovi a sentirsi ansioso e a sviluppare un disturbo del sonno perché troppo esposto all’ansia degli adulti.

In questi tempi difficili, oltre al consiglio di limitare l’uso degli schermi per bambini sotto i dieci anni, e di limitare e filtrare il più possibile l’esposizione alle notizie, vorrei, semmai servisse, raccomandare di non pressarli in alcun modo con i compiti, poiché le loro energie sono già impegnate sul fronte emotivo ad affrontare una situazione di simil guerra.

Oltre al consiglio di spiegare con sincerità e chiarezza anche ai più piccoli ciò che sta succedendo vorrei proporre qualche modalità di gioco che lasci spazio all’immaginazione per aiutare il bambino nell’elaborazione degli eventi stressogeni:

1)      Prendete una scatola con il coperchio trasparente o createlo. Mettete dentro la scatola una torcia e ponete sul coperchio della scatola della farina di mais oppure della farina 00 o del riso. Il bambino potrà creare con la farina delle fantastiche forme e giocare a trasformarle.

2)      Create o prendete una scatola bassa, se possibile dipingetene il fondo di azzurro e dentro, in mancanza della sabbia, mettete della farina di mais. Mettete poi a disposizione del materiale poco strutturato (sassi, qualche omino, qualche conchiglia) ed il bambino potrà giocare a creare dei piccoli mondi dove portare il proprio mondo interno.

3)      Sempre con una scatola di cartone, create un piccolo teatrino e fate dei personaggi con il cartone, con le ombre o come volete. Tra di essi inserite anche il temutissimo covid-19: ciò affinché il bambino, attraverso il gioco possa avere parecchie possibilità di elaborazione durante questo periodo inevitabilmente incerto e instabile.

e-max.it: your social media marketing partner

Cronaca

BOLOGNA, SEQUESTRATE CINQUE SLOT MACHINE ILLEGALI

BOLOGNA, SEQUESTRATE CINQUE SLOT MACHINE ILLEGALI

  (FDN) - Bologna – Scoperte macchine illegali dalla ADM (Agenzia Dogane e
 Monopoli) e dalla GdF (Guardia di Finanza). Cinque slot machine sono state sequestrate all’interno di un
esercizio commerciale in zona Pilastro a Bologna, dai funzionari dell’ADM in servizio presso l’Ufficio dei Monopoli per l’Emilia-Romagna, in collaborazione con il Comando Provinciale della GdF di Bologna, nell’ambit...

23-10-2020

Leggi tutto
ROMA, FERISCE CARABINIERE CON UN CACCIAVITE, IL COLLEGA SPARA.

ROMA, FERISCE CARABINIERE CON UN CACCIAVITE, IL COLLEGA SPARA.

(FDN) ROMA EUR - Tentano di compiere un furto all'Eur: carabiniere spara e uccide il ladro È successo in via Paolo Di Dono nel quartiere di Ottavo Colle,. La vittima era un uomo di 56 anni di origine siriana. Il tentativo di furto è avvenuto di notte in un palazzo di uffici, dove i carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti dal portiere dello stabile accanto, che aveva senti voci, rum...

01-10-2020

Leggi tutto
CLIENTE MUORE A EUROMA2, CHIUSO IL SUPERMERCATO

CLIENTE MUORE A EUROMA2, CHIUSO IL SUPERMERCATO

COLTO DA MALORE AL CENTRO COMMERCIALE MENTRE FACEVA LA SPESA. IL DIRETTORE CHIUDE IL SUPERMERCATO. (FDN) - ROMA - L'uomo, 73 anni, ha improvvisamente avvertito un malore,  è caduto in terra ed è morto all`interno del supermercato Ipercoop di Euroma 2 sotto gli occhi dei presenti. Improvvisa la caduta sul pavimento, non anticipata da indizi visibili di malessere, né accompagnata da un lamento. V...

04-09-2020

Leggi tutto
TURCHIA, SCIOPERO DELLA FAME, DOPO 238 GIORNI MUORE IN CARCERE EBRU TIMTIK, PALADINA DEI DIRITTI UMANI

TURCHIA, SCIOPERO DELLA FAME, DOPO 238 GIORNI MUORE IN CARCERE EBRU TIMTIK, PALADINA DEI DIRITTI UMANI

238 giorni senza toccare cibo ha resistito Ebru Timtik. Protestava per chiedere un processo equo. Alla fine un arresto cardiaco ha posto fine alla sua giovane vita. La coraggiosa avvocato per i diritti umani, membro del People Right Bureau (HHB) è morta il 27 agosto, nel tardo pomeriggio, nell'ospedale dove era stata ricoverata, dopo il trasferimento dalla prigione numero 9 a Silivri. La sua mor...

29-08-2020

Leggi tutto