E' deceduto a Roma Pietro Antonio Migliaccio, docente in Scienza dell’alimentazione e specialista in Gastroenterologia, presidente emerito della Società italiana di Scienza dell'Alimentazione, e volto noto della televisione.

Era un convinto sostenitore della divulgazione scientifica sul tema della sana alimentazione. Ieri sera aveva accusato un malore improvviso, è stato ricoverato in un ospedale romano, dove è poi deceduto.

Libero Docente in Scienza dell’Alimentazione, Medico Nutrizionista – Dietologo Specialista in Gastroenterologia Esperto in Auxologia.

Nato a Catanzaro. Laureato a Roma presso l’Università La Sapienza in Medicina e Chirurgia. Libero Docente in Scienza dell’Alimentazione e Specialista in Gastroenterologia; esperto in Auxologia.

Da anni svolgeva a Roma la professione di Nutrizionista e Dietologo Clinico e attività didattica presso varie Università italiane partecipando a conferenze e seminari.
Per oltre 25 anni è stato ricercatore dell’Istituto Nazionale della Nutrizione, attuale INRAN – Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, attuale CRA.NUT, con il quale continuava a collaborare per le attività di Educazione Alimentare e di Ricerca.

Nominato all’unanimità Presidente della Società Italiana di Scienze dell’Alimentazione (S.I.S.A) il 12 marzo 2010; in qualità di Presidente della S.I.S.A. ha promosso e coordinato tutte le attività scientifiche, educative e di ricerca della Società.

Componente del Consiglio Direttivo della FeSIN (Federazione delle Società Italiane di Nutrizione).

Dal 21 settembre 2009 aveva una rubrica di nutrizione bisettimanale all’interno del programma “ I fatti vostri” in onda su Rai Due di circa 12 minuti.

Autore del Manuale di Nutrizione Umana tra presente e futuro giunto alla sua XIV edizione.
Per molti anni è stato membro del Consiglio Direttivo della FIMMG.

In 30 Novembre 2017 ebbe il premio internazionale “Foyer” conferito ogni anno nella città di Roma a personalità della Cultura, dell’Arte e della Scienza che con il loro impegno costante hanno contribuito al progresso della società.

e-max.it: your social media marketing partner

Cronaca

BOLOGNA, SEQUESTRATE CINQUE SLOT MACHINE ILLEGALI

BOLOGNA, SEQUESTRATE CINQUE SLOT MACHINE ILLEGALI

  (FDN) - Bologna – Scoperte macchine illegali dalla ADM (Agenzia Dogane e
 Monopoli) e dalla GdF (Guardia di Finanza). Cinque slot machine sono state sequestrate all’interno di un
esercizio commerciale in zona Pilastro a Bologna, dai funzionari dell’ADM in servizio presso l’Ufficio dei Monopoli per l’Emilia-Romagna, in collaborazione con il Comando Provinciale della GdF di Bologna, nell’ambit...

23-10-2020

Leggi tutto
ROMA, FERISCE CARABINIERE CON UN CACCIAVITE, IL COLLEGA SPARA.

ROMA, FERISCE CARABINIERE CON UN CACCIAVITE, IL COLLEGA SPARA.

(FDN) ROMA EUR - Tentano di compiere un furto all'Eur: carabiniere spara e uccide il ladro È successo in via Paolo Di Dono nel quartiere di Ottavo Colle,. La vittima era un uomo di 56 anni di origine siriana. Il tentativo di furto è avvenuto di notte in un palazzo di uffici, dove i carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti dal portiere dello stabile accanto, che aveva senti voci, rum...

01-10-2020

Leggi tutto
CLIENTE MUORE A EUROMA2, CHIUSO IL SUPERMERCATO

CLIENTE MUORE A EUROMA2, CHIUSO IL SUPERMERCATO

COLTO DA MALORE AL CENTRO COMMERCIALE MENTRE FACEVA LA SPESA. IL DIRETTORE CHIUDE IL SUPERMERCATO. (FDN) - ROMA - L'uomo, 73 anni, ha improvvisamente avvertito un malore,  è caduto in terra ed è morto all`interno del supermercato Ipercoop di Euroma 2 sotto gli occhi dei presenti. Improvvisa la caduta sul pavimento, non anticipata da indizi visibili di malessere, né accompagnata da un lamento. V...

04-09-2020

Leggi tutto
TURCHIA, SCIOPERO DELLA FAME, DOPO 238 GIORNI MUORE IN CARCERE EBRU TIMTIK, PALADINA DEI DIRITTI UMANI

TURCHIA, SCIOPERO DELLA FAME, DOPO 238 GIORNI MUORE IN CARCERE EBRU TIMTIK, PALADINA DEI DIRITTI UMANI

238 giorni senza toccare cibo ha resistito Ebru Timtik. Protestava per chiedere un processo equo. Alla fine un arresto cardiaco ha posto fine alla sua giovane vita. La coraggiosa avvocato per i diritti umani, membro del People Right Bureau (HHB) è morta il 27 agosto, nel tardo pomeriggio, nell'ospedale dove era stata ricoverata, dopo il trasferimento dalla prigione numero 9 a Silivri. La sua mor...

29-08-2020

Leggi tutto