E' deceduto a Roma Pietro Antonio Migliaccio, docente in Scienza dell’alimentazione e specialista in Gastroenterologia, presidente emerito della Società italiana di Scienza dell'Alimentazione, e volto noto della televisione.

Era un convinto sostenitore della divulgazione scientifica sul tema della sana alimentazione. Ieri sera aveva accusato un malore improvviso, è stato ricoverato in un ospedale romano, dove è poi deceduto.

Libero Docente in Scienza dell’Alimentazione, Medico Nutrizionista – Dietologo Specialista in Gastroenterologia Esperto in Auxologia.

Nato a Catanzaro. Laureato a Roma presso l’Università La Sapienza in Medicina e Chirurgia. Libero Docente in Scienza dell’Alimentazione e Specialista in Gastroenterologia; esperto in Auxologia.

Da anni svolgeva a Roma la professione di Nutrizionista e Dietologo Clinico e attività didattica presso varie Università italiane partecipando a conferenze e seminari.
Per oltre 25 anni è stato ricercatore dell’Istituto Nazionale della Nutrizione, attuale INRAN – Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, attuale CRA.NUT, con il quale continuava a collaborare per le attività di Educazione Alimentare e di Ricerca.

Nominato all’unanimità Presidente della Società Italiana di Scienze dell’Alimentazione (S.I.S.A) il 12 marzo 2010; in qualità di Presidente della S.I.S.A. ha promosso e coordinato tutte le attività scientifiche, educative e di ricerca della Società.

Componente del Consiglio Direttivo della FeSIN (Federazione delle Società Italiane di Nutrizione).

Dal 21 settembre 2009 aveva una rubrica di nutrizione bisettimanale all’interno del programma “ I fatti vostri” in onda su Rai Due di circa 12 minuti.

Autore del Manuale di Nutrizione Umana tra presente e futuro giunto alla sua XIV edizione.
Per molti anni è stato membro del Consiglio Direttivo della FIMMG.

In 30 Novembre 2017 ebbe il premio internazionale “Foyer” conferito ogni anno nella città di Roma a personalità della Cultura, dell’Arte e della Scienza che con il loro impegno costante hanno contribuito al progresso della società.

e-max.it: your social media marketing partner

Cronaca

"Sì" DI TRUMP ALL'USO DI CIAMBELLE E FARI PER UCCIDERE CUCCIOLI DI ORSO E LUPI

"Sì" DI TRUMP ALL'USO DI CIAMBELLE E FARI PER UCCIDERE CUCCIOLI DI ORSO E LUPI

  I cacciatori statunitensi potranno tornare in Alaska (fonte: Washington Post) e usare tecniche vietate dall'amministrazione Obama, come quella di mettere delle ciambelle per far uscire gli orsi dalle tane e usare fari per accecare i lupi.  I cacciatori potranno tornare a usare mezzi che erano stati banditi dall'amministrazione Obama per proteggere gli animali, in particolare orsi e lupi ed i l...

12-06-2020

Leggi tutto
ECLISSI DI LUNA, OGGI 5 GIUGNO 2020, SARA' VISIBILE IN TUTTA ITALIA.

ECLISSI DI LUNA, OGGI 5 GIUGNO 2020, SARA' VISIBILE IN TUTTA ITALIA.

  Oggi, venerdì 5 Giugno 2020, avremo un nuovo spettacolo astronomico visibile splendidamente da tutta Italia: sarà il turno della seconda eclissi di Luna del 2020, in occasione della Luna Piena della Fragola, mentre la prima c’è stata la sera del 10 Gennaio 2020. “L’eclissi di Luna che avverrà stasera non sarà un’eclissi come quella che ci tenne letteralmente con il naso all’insù il 27 Lugli...

05-06-2020

Leggi tutto
COVID 19, PERCHE' LE FORZE ARMATE NON CHIAMANO MEDICI ED INFERMIERI GIA' PRONTI PER ESSERE IMPIEGATI?

COVID 19, PERCHE' LE FORZE ARMATE NON CHIAMANO MEDICI ED INFERMIERI GIA' PRONTI PER ESSERE IMPIEGATI?

In un momento storico in cui appare di assoluto rilievo avvalersi di professionalità qualificate e rapidamente impiegabili per far fronte all’emergenza sanitaria in corso, e alla luce del fatto che allo stato attuale (e probabilmente per molti altri mesi) i relativi concorsi per i reclutamenti nelle Forze Armate sono stati sospesi o rinviati a data da destinarsi, l’Unità delle Professioni Sanita...

03-06-2020

Leggi tutto
UN TORO AL MACELLO AGGREDISCE OPERAIO CHE E' GRAVE.

UN TORO AL MACELLO AGGREDISCE OPERAIO CHE E' GRAVE.

FDN - Roma - Il toro era stato portato dentro uno stanzone, quando si è innervosito, forse a causa dell'odore e la percezione di cosa avvenisse in quell'edificio. Si è avventato contro un operaio che non è riuscito ad evitare la forza dell’animale. Il toro, mentre veniva portato al reparto macellazione, ha iniziato a scalciare più volte colpendo il dipendente in modo violento ed è riuscito a sali...

03-05-2020

Leggi tutto